eSport partnership: WeArena e Lega Pro progettano la eSerie C

eSports

Marcel Vulpis: "Un balzo netto nel futuro"

La Redazione31 Dec 2021

Il mondo del gaming competitivo si prepara ad accogliere un nuovo torneo calcistico: la eSerie C. Il progetto di un campionato virtuale che coinvolga le squadre della terza divisione italiana è già in cantiere, e l’accordo siglato di recente tra WeArena Entertainment e Lega Pro lascia ben sperare per la sua prossima realizzazione. L’obiettivo della partnership è di imprimere un rinnovato impulso al mercato italiano degli sport elettronici e di favorirne la crescita soprattutto fra le nuove generazioni. L’essenza del progetto WeArena-Lega Pro sta tutta qui: strutturare un campionato ricco di sfide imperdibili e preservare, oltre a una sana competizione, il valore sociale e culturale dello sport in genere e degli eSport in particolare. Per capirne di più lasciamo la parola agli artefici del sodalizio, Marcel Vulpis (vicepresidente vicario Lega Pro) e Francesco Monastero (CEO WeArena Entertainment). Marcel Vulpis: “Grazie a questa partnership pluriennale, si presenta con un’immagine sempre più giovane, dinamica e al passo coi tempi. Già al termine del primo anno di attività prevediamo di presentarci sul mercato come la serie con il maggior numero di team ‘e-sportivi’. Le società potranno entrare in contatto con il target dei Gen-Z, senza dimenticare le opportunità di visibilità che offriremo ai nostri 60 Club sul terreno delle sponsorizzazioni e dei social network. È un balzo netto nel futuro e WeArena, già attiva in Italia con altri format di intrattenimento eSportivi e nel mondo digitale, aiuterà i nostri club a crescere proprio in questo specifico settore”.
Francesco Monastero: “La collaborazione con Lega Pro diventa una sfida bivalente. Da una parte ha lo scopo di riavvicinare i giovani al mondo del calcio, dall’altra si cerca una modalità efficiente per trovare alternativi modelli di ricavi per le società calcistiche. WeArena avrà il ruolo di portare la propria competenza ai team eSport di Serie C, sviluppando cultura e-Sportiva professionalizzante e l’organizzazione di un campionato di assoluta qualità. Sono molto soddisfatto di aver raggiunto questo accordo”.