I mondiali di ciclismo virtuale si corrono nella Grande Mela del futuro

eSports

Mondiali virtuali anche per il ciclismo

La Redazione19 Oct 2021

Anche il ciclismo ha i suoi mondiali virtuali. L’Unione Ciclistica Internazionale ha reso noto che i prossimi Cycling Esports World Championship si correranno il 26 febbraio 2022. Il simulatore di gioco è Zwift, e il percorso scelto la Grande Mela. Stando al comunicato dell’UCI l’esperienza visiva degli spettatori sarà indimenticabile: i corridori dovranno misurarsi sulle strade di una New York futuristica, tra il verde rigoglioso di Central Park e scintillanti sopraelevate rigorosamente in vetro.

Più nel dettaglio la distanza da coprire sarà di 54,9 chilometri, sia per la corsa maschile sia per quella femminile, e non mancheranno le salite, come quella del KOM: 1,4 chilometri, con una pendenza media del 6 per cento. Percorso impegnativo e selettivo, insomma, che farà sudare la maglia a tutti i corridori intenzionati a partecipare. A proposito di corridori: arrivare ai mondiali di ciclismo virtuale sarà tutt’altro che una passeggiata. Le qualificazioni si svolgeranno tra il 27 e il 28 novembre 2021 e copriranno cinque continenti: Oceania, Asia, Europa, Africa e Americhe. Per approdare ai Cycling Esports World Championship bisognerà rientrare nelle prime 5 posizioni delle gare di qualificazione; ne consegue che ogni federazione nazionale, comprese quelle che riceveranno un invito automatico, avrà 5 rappresentanti.

Come già fatto in occasione della prima edizione dei mondiali, anche quest’anno la competizione vera e propria e prima ancora le qualificazioni si svolgeranno in remoto, dalla propria residenza privata o da qualsiasi centro sportivo, a condizione che siano soddisfatti i requisiti tecnici di partecipazione. Nei prossimi mesi si renderanno noti tutti i dettagli relativi a tali requisiti tecnici; intanto è certo che il vincitore della corsa newyorchese otterrà un premio in denaro (identico per uomini e donne) e la maglia iridata UCI Cycling Esports World Champion da indossare nelle sfide esports dell’anno successivo.