Accordo tra EA Sports e Lega Serie A: campionato in esclusiva su FIFA 22

eSports

La partnership prevede anche l'istituzione di nuovi premi

La Redazione13 Sep 2021

È ufficiale! La prossima edizione della massima serie italiana di calcio, versione digitale, si disputerà in esclusiva su FIFA 22. Con l’accordo tra EA Sports e Lega Serie A bello che fatto e sottoscritto arrivano puntuali le dichiarazioni di rito dei protagonisti in campo. Da un lato, quella dell’amministratore delegato della Lega Luigi De Siervo, che sottolinea come la nuova partnership sia “un’opportunità unica per fornire una maggiore visibilità ai club e ai giocatori per gli anni a venire”. Dall’altro, quella del VP brand di Electronic Arts David Jackson, che richiama l’attenzione sulla volontà dell’azienda di puntare sull’Italia “con l’obiettivo di fornire le esperienze di gioco più autentiche e impareggiabili nel mondo del calcio”.

Ma cosa prevede tale partnership? Il cuore dell’accordo prevede che EA Sports diventi partner e licenziatario ufficiale della Lega Serie A: in altre parole la prossima eSerie A si disputerà solo su FIFA, mentre i fautori e sostenitori di eFootball (vecchio PES) dovranno rinunciarvi e accontentarsi di eventuali, nuovi tornei nazionali, senza poter sfruttare, tuttavia, i loghi della Lega A. L’altro punto significativo della partnership è la nuova denominazione della Supercoppa Italiana, che a partire dalla stagione 2022-23 si chiamerà EA Sports Supercup e vedrà dunque la divisione Electronic Arts nelle vesti di Partner e di Title Sponsor. Infine, come si legge dal sito ufficiale della Lega Serie A, la partnership prevede anche “i diritti esclusivi per le attivazioni riguardanti la Serie A, compresa l’integrazione autentica della Serie A in FUT Team of the Week, FUT Serie A Team of The Season e il nuovo premio EA SPORTS Player of the Month”.

Ecco le squadre che parteciperanno alla prossima edizione della eSerie A: Bologna, Cagliari, Empolo, Fiorentina, Genoa, Verona, Internazionale Milano, Milan, Napoli, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia, Torino, Udinese e Venezia. All’appello mancano Lazio, Roma, Juventus e Atalanta.