Calciomercato: quali sono i club ad aver guadagnato di più?

Che Fatica la Vita da Bomber

Molte italiane nella classifica dei club che hanno incassato di più in questo mercato (finora)

Da CFVB27 Jul 2021

Il nastro del calciomercato è stato tagliato dalla Lega Serie A giovedì 1° luglio, anche se già dal 24 maggio era stata data l’opportunità ai club di depositare gli accordi preliminari. Vedrà invece la sua conclusione martedì 31 agosto, tra corse dell’ultimo minuto per depositare i contratti e trattative sfumate per intese difficili da completare. Il primo mese si sta per concludere e dopo il giro di boa andiamo a scoprire insieme quali sono i club ad aver guadagnato maggiormente dalle operazioni di mercato (Fonte Sky Sport).
Prendete posto tra i tavoli del ristorante più ambito dell’estate calcistica italiana: benvenuti al Calciomercato. 

I 10 club che hanno incassato di più dal calciomercato 

Posizione numero 10
Barcellona (28,5 milioni di euro guadagnati) 

  • Junior Firpo (15 milioni, al Leeds) 
  • Jean-Clair Todibo (8,5 milioni riscattato dal Nizza) 
  • Carles Alenà (5 milioni, riscattato dal Getafe)

Posizione numero 9
Atalanta (31,9 milioni di euro guadagnati) 

  • Musa Barrow (14,5 milioni, riscattato dal Bologna)
  • Roger Ibanez (9 milioni, riscattato dalla Roma)
  • Andreas Cornelius (8,4 milioni, riscattato dal Parma) 

 

Posizione numero 8
Schalke (32,9 milioni di euro guadagnati) 

  • Weston McKennie (20,5 milioni, riscattato dalla Juventus) 
  • Suat Serdar (8 milioni, venduto all’Hertha) 
  • Benito Raman (3 milioni, venduto all’Anderlecht) 
  • Bernanrd Tekpetey (0,9 milioni, riscattato dal Ludogorets) 
  • Ahmed Kutucu (0,5 milioni, venduto al Basaksehir) 

Posizione numero 7
Benfica (33,5 milioni di euro guadagnati) 

  • Pedrinho (18 milioni, venduto allo Shakhtar) 
  • Nuno Tavares (8 milioni, venduto all’Arsenal) 
  • Franco Cervi (4 milioni, venduto al Celta Vigo) 
  • Caio Lucas ( 2 milioni, riscattato dallo Sharjah) 
  • Filip Krovinovic (1,5 milioni, venduto all’Hajduk) 

Posizione numero
6 Norwich (38,4 milioni di euro guadagnati) 

  • Emiliano Buendia (38,4 milioni, venduto all’Aston Villa) 

Posizione numero
5 Stoccarda (38,75 milioni di euro guadagnati) 

  • Nicolas Gonzalez (23 milioni, venduto alla Fiorentina) 
  • Gregor Kobel (15 milioni, venduto al Borussia Dortmund) 
  • Pablo Maffeo (0,5 milioni, in prestito al Maiorca) 
  • Jens Grahl (0,25 milioni, venduto all’Eintracht Francoforte) 

Posizione numero 4
Udinese (61 milioni di euro guadagnati) 

  • Rodrigo de Paul (35 milioni, venduto all’Atletico Madrid) 
  • Juan Musso (29 milioni, venduto all’Atalanta) 
  • Antonio Barak (6 milioni, riscattato dal Verona)

Posizione numero 3
Salisburgo (61,85 milioni di euro guadagnati) 

  • Patson Daka (30 milioni, venduto al Leicester) 
  • Enock Mwepu (23 milioni, venduto al Brighton) 
  • Andrè Ramalho (2,5 milioni, venduto al Psv) Peter 
  • Pokorny (2 milioni, venduto al Real Sociedad) 
  • Majeed Ashimeru (1,5 milioni, riscattato dall’Anderlecht) 
  • Cican Stankovic (1,15 milioni, venduto all’Aek) 
  • Masaya Okugawa (1 milione, riscattato dall’Arminia Bielefeld) 
  • David Affengruber (0,4 milioni, venduto allo Stum Graz) 
  • Patrick Farkas (0,3 milioni, venduto al Lucerna)

Posizione numero 2
Inter (82,05 milioni di euro guadagnati) 

  • Achraf Hakimi (60 milioni, venduto al Psg) 
  • Matteo Politano (19 milioni, riscattato dal Napoli) 
  • Antonio Candreva (2,5 milioni, riscattato dalla Sampdoria) 
  • Rigoberto Rivas (0,55, venduto alla Reggina) 

Posizione numero 1
Lipsia (92 milioni di euro guadagnati) 

  • Dayot Upamecano (42,5 milioni, venduto al Bayern Monaco) 
  • Ibrahima Konatè (40 milioni, venduto al Liverpool) 
  • Hannes Wolf (9,5 milioni, riscattato dal Borussia Monchengladbach) 

Come avrete notato sono i difensori a dominare questa prima fase di calciomercato. Hakimi primeggia con un costo pari a 60 milioni di euro più bonus raggiungibili, al secondo posto è il centrale difensivo ex Lipsia, Dayot Upamecano con un valore di 42,5 milioni e infine il suo compagno di reparto Ibrahima Konatè, venduto a 40 milioni di euro.
Tra le italiane, oltre all’Inter, l’ottimo lavoro in fase di vendita dell’Udinese con due colpi in uscita di grande rilievo (de Paul; Musso) e la solita Atalanta pronta a sacrificare pedine marginali per aumentare il valore della rosa.